AREA RISERVATA CONTATTI ITALIANO ENGLISH

LA TECNOLOGIA DELL'IDROELETTRICO. L'ENERGIA DELL'ACQUA.

La tecnologia dell'Idroelettrico

L’energia idroelettrica è l’energia elettrica prodotta dall’acqua senza immissioni di gas climalteranti nell’ambiente e senza alterazioni dell’acqua utilizzata, che ritorna al suo corso naturale.

Attraverso un impianto idroelettrico si produce energia elettrica del tipo rinnovabile, ovvero energia pulita, utilizzabile per il proprio fabbisogno energetico, oppure per venderla al gestore di rete locale.

Funzionamento di un impianto idroelettrico

Un flusso d’acqua in caduta aziona una turbina idraulica che trasforma l’energia cinetica insieme a quella potenziale, in energia meccanica. Collegando la turbina ad un generatore si ottiene energia elettrica in misura proporzionale al salto idraulico (cioè il dislivello tra il punto di prelievo ed il punto di restituzione dell’acqua) e alla portata del corso d’acqua (cioè il volume di acqua prelevato nell’unità di tempo = m3/s).

La tipologia di turbina da installare è scelta in base alla potenza e alle caratteristiche del sito. Quelle maggiormente utilizzate sono:

  • Pelton o a flusso incrociato viene utilizzata nei piccoli impianti perché meglio si adatta a sfruttare il potenziale connesso con portate limitate, può essere ad asse orizzontale o verticale per rispondere alle più svariate condizioni idrauliche e logistiche. È dotata di pale a cucchiaino, con un numero di getti fino a 6.
  • Francis è una turbina a reazione, valida per centrali di media grandezza con potenza attorno ai 100 KW. La caratteristica principale di questa turbina consiste nello sfruttare tutto il salto disponibile fino al canale di scarico.
  • Kaplan è adatta per tutte quelle installazioni su canali irrigui con piccole e medie portate con salti a partire da 2 metri di altezza. Il cuore della macchina è costituito dalla girante a pale regolabili in grado di variare il passo palare al comando impartito dal regolatore di livello mantenendo il gruppo in regime di massimo rendimento.

Una centrale idroelettrica è composta da:

  • una derivazione (sbarramento)
  • un collegamento mediante canale o condotta
  • una vasca di carico
  • una condotta forzata
  • una centrale elettrica: turbina - generatore – interfaccia e quadri
  • un’opera di restituzione.

Iniziative

Renexia ha avviato un’attività di scouting per cercare nuove iniziative che sfruttino la corrente dei fiumi.

Attualmente la società sta partecipando ad un Project Financing per la ristrutturazione di 13 briglie sul fiume Arno che consentiranno la produzione di energia elettrica, attraverso 12 centrali mini-idroelettriche. La potenza totale dell’impianto è superiore ai 10,5 MW e prevede l’inserimento di 36 turbine di diverse tipologie, potenza nominale, salto idraulico e portata d’acqua.

 

 


 

   
 
> Solare
> Fotovoltaico
> Hcpv
> Termodinamico
> Eolico
> Idroelettrico
> Geotermico
> Biomasse

 

 

Copyright © 2012 Renexia SpA. (P.I. 02192110696). All rights reserved.